Parigi, viaggio nel calcio operaio.

Oggigiorno la lotta per stabilire quale sia la seconda squadra di Parigi dietro al PSG riguarda Red Star e Paris FC, due club storici del calcio francese che si affrontano in un derby molto importante per i tifosi, una partita sempre ad alta tensione se si tiene conto della categoria in cui militano.

Il Paris FC fu fondato in seguito a una scissione interna al Paris Saint-Germain, e riprese il nome del club di uno dei due club che si erano fusi per dare vita al PSG. Dall’altra parte il Red Star di Saint-Ouen fu fondato da Jules Rimet, il mitico ideatore della Coppa del Mondo (che portò il suo nome dal 1946 al 1970).

paris-fc-red-star-1080x675

Il Red Star visse la sua epoca d’oro negli anni ’20, durante i quali vinse 4 Coppe di Francia (1921, 1922, 1923 e 1928). Dopo 14 anni di astinenza, nel 1942 si aggiudicò una quinta coppa; in quel periodo fu campione in Seconda divisione nel 1934 e nel 1939 e militò per varie stagioni in Prima divisione. Un altro importante successo a livello nazionale fu un campionato amatoriale, il Championnat de football LFA (stagione 1911/12), che conferì prestigio internazionale alla squadra e la portò a giocare varie amichevoli contro formazioni straniere, una delle quali fu il Tottenham nel 1913.

Dagli anni ’70 lo Stade Bauer non ha più visto la squadra competere ai massimi livelli del caclio francese e il quartiere di Saint-Ouen ha assunto un ruolo secondario nella mappa calcistica della città.

Parigi fu la culla del calcio francese e ne dominò gli anni pioneristici, non a caso dal 1894 al 1910 in ogni finale dei campionati amatoriali ci fu almeno un club della capitale. Nel primo campionato di Francia Parigi fu rappresentata da otto squadre: Paris Star, Club Français, Neuilly, Standard A.C., White-Rovers, Asnières, United SC e UA 1er arrondissement. Nel 1932, quando fu deciso di istituire un campionato professionistico, tra i fondatori ci furono Red Star Paris, Cercle Athlétique de Paris, Racing Club de Paris e Club Français.

Red Star

Parigi può vantare di aver dato alla Francia sei campioni nazionali (Stade Français, CA Paris, Gallia Club Paris, Club Français Paris, Racing Club de France e Paris Saint-Germain) e tre campioni di Coppa (PSG, Red Star e Olympique de Paris). Ciò che ancora manca alla Ville Lumière è il titolo di campione d’Europa, che solo Marsiglia e l’Olympique sono riuscite a dare al calcio francese. Riuscirà una squadra di Parigi a conquistare il massimo trofeo continentale? Il futuro è incerto, ma i soldi per provarci non mancano. Nel frattempo, i cosiddetti club minori della capitale continueranno a lottare per la tradizione e il calcio più genuino, lontano dal denaro e dagli sceicchi, ma con il potere più forte dalla loro parte: quello della gente.

 

Potete trovare l’articolo in lingua originale di Wanderers.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5 × 5 =